SkinTrack: Come far diventare la pelle un “touchscreen” (video)

Ormai siamo abituati a vedere device con display sempre più grandi ma la storia potrebbe cambiare, infatti l’Universita Human-Computer Interaction Institute ha realizzato lo SkinTrack ovvero una coppia di indossabili che dialogando tra di loro permettendo di sfruttare una superficie maggiore per il controllo dello smartwatch, il braccio dell’utente.

SkinTrack_1

Lo SkinTrack utilizza un anello che emette un segnale a 80MHz che comunica con la fascia di rilevamento attaccata allo smartwatch grazie alla conduttività elettrica delle pelle, permettendo così di sfruttare il braccio come touchscreen.
La posizione del dito lungo il braccio avviene misurando la differenza di fase tra i segnali captati dalle 2 coppie di elettrodi posti nella parte inferiore della fascia, ottenendo cosi le coordinate X e Y del dito.

SkinTrack_2
Il sistema, come si vede nel video, funziona molto bene ed è in grado di effettuare rilevazioni continue che gli permettono di leggere movimenti come il pinch to zoom, lo swipe o il tap.
Interessante anche il fatto che il sistema riesce a funzionare attraverso i vestiti producendo un errore di massimo 7.6 mm secondo quanto affermato dai ricercatori che hanno sviluppato questa tecnologia.

Questa tecnologia è molto interessante staremo a vedere quali saranno le sue future applicazioni nel frattempo vi lascio al video.

Ti potrebbe interessare